ABRUZZO, MOLISE E LAZIO – “Dove Arte e Natura s’incontrano”

ABRUZZO, MOLISE E LAZIO – “Dove Arte e Natura s’incontrano”

barrea ok

Gran tour Abruzzo, Molise E Ciociaria

Sulmona piazza d'Ovidioscanno_donne in costume.jpg senza riquadro.jpg 2Scapoli zampognaro scapoliAnagni Cattedrale dell'Annunziata

“DOVE ARTE E NATURA S’INCONTRANO”

PROGRAMMA  8GG/7NT

1° GIORNO

Arrivo del gruppo in hotel in zona Sulmona. Incontro con la ns/ accompagnatrice. Drink di benvenuto. Sistemazione nelle camere riservate. Pranzo. Nel pomeriggio trasferimento a Sulmona, nella Valle Peligna, ai piedi del Monte Morrone e patria di Ovidio, poeta dell’amore. Visita al centro storico della cittadina considerato tra i più belli e meglio conservati d’Abruzzo ed ai principali monumenti tra cui il meraviglioso Palazzo della SS Annunziata che costituisce, assieme alla Chiesa, uno dei più interessanti monumenti della città; la Chiesa di S. Francesco della Scarpa (1200), la Basilica di S. Panfilo, eretta sul resti del tempio di Apollo e Vesta; l’acquedotto medievale (XIII sec.), suggestivo monumento rettilineo con 21 arcate. Passeggiata nel centro storico con possibilità di acquistare i confetti, da quelli lustreggianti in cellophane multicolore a quelli confezionati a cestelli, fiori frutta e spighe.  Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

2° GIORNO

Prima colazione in hotel. Escursione nell’aquilano e Gran Sasso. Sul percorso sosta a Bominaco, visita all’Oratorio di S. Pellegrino, considerato la cappella sistina D’Abruzzo, ed alla Chiesa di S. Maria Assunta. Proseguimento per  S. Stefano di Sessanio, antico dominio dei Medici e oggi considerato tra i 100 borghi più belli d’Italia. Sosta per una breve visita al borgo medioevale, alla Torre merlata e alla Parrocchiale di S. Stefano. Sosta per la degustazione dei famosi pecorini del Gran Sasso per assaporare i prodotti della tradizione agro-pastorale. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita de L’Aquila e dei monumenti al momento visitabili: Castello cinquecentesco (esterno), Piazza Duomo, La Fontana delle 99 Cannelle, S. Maria di Collemaggio (esterno), Basilica di San Bernardino. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

3° GIORNO

Prima colazione in hotel. Escursione nel Parco Nazionale della Maiella occidentale sosta a Roccamorice. Escursione a piedi fino all’Eremo di S. Bartolomeo situato nella parte più arida del vallone, incastonato in una parete di roccia verticale e ancora oggi meta di pellegrini e fedeli. Sosta per una visita ad un “tholos”, particolare costruzione di pietra a secco, utilizzato come ricovero di pastori e pecore nei lunghi periodi trascorsi sui monti. Proseguimento per Caramanico Terme. Visita al Museo Naturalistico “P. Barrasso”, alla sezione geologica, archeologica, alla sezione dedicata agli ambienti che caratterizzano la Majella e quella dedicata alla Lontra. Possibilità di visita al Museo della Fauna Abruzzese e Italiana. Pranzo in hotel. Nel pomeriggio visita di Pacentro, stupenda località del Parco Nazionale della Majella tra “I Borghi più belli d’Italia”, caratterizzato dalle alte torri dell’imponente castello Caldora-Cantelmo (XI-XIII sec.), e da altri monumenti come la chiesa parrocchiale di S. Maria Maggiore; la chiesa di S. Marcello Papa (XI-XII sec.); la chiesa dell’Immacolata e la Fontana seicentesca in piazza del Popolo. Suggestivi i vicoli nella parte più antica. La curiosità del paese e quella di aver dato i natali alla rock star Madonna. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

4° GIORNO

Prima colazione in hotel. Cambio hotel. Escursione nel storico Parco Nazionale D’Abruzzo, Molise e Lazio. Sul percorso sosta a Scanno, dove si arriva attraverso un paesaggio unico caratterizzato dalle suggestive “Gole del Sagittario”. Visita al centro storico, considerato tra i più caratteristici della regione e ai suoi monumenti tra i quali la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria della Valle. Il paese conserva  intatti usi e costumi della tradizione abruzzese. E’ possibile, infatti, scorgere tra i vicoli del paese le anziane signore con il vestito tradizionale e osservare gli artigiani orafi preparare gioielli in filigrana tra i quali la tradizionale “presentosa”. Sosta in una pasticceria del luogo per la degustazione del dolce tipico “pan dell’orso” o “mostacciolo”. Arrivo nel Parco Nazionale d’Abruzzo e sosta a Civitella Alfedena, centro pilota del parco e valido esempio di sviluppo dell’ecoturismo. Visita al caratteristico borgo storico, all’area faunistica della Lince e del Lupo. Sosta in un emporio di prodotti tipici per la degustazione. Trasferimento a Villetta Barrea, centro di soggiorno ideale per il turismo naturalistico. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per Pescasseroli, centro amministrativo del Parco. Visita al centro storico. Trasferimento in hotel in Molise in zona Venafro – Isernia. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e Pernottamento.

5° GIORNO

Prima colazione in hotel. Escursione a Monteroduni antico borgo dove le stradine e le case sorgono intorno al monumento più importante del paese: il Castello PignatelliIl complesso medievale di Monteroduni fu distrutto varie volte e ricostruito nel corso dei primi secoli dell’anno mille (diverse fonti storiche ne accertano la distruzione nei primi anni del 1200 e nel 1223). Il castello oggi si presenta a forma di trapezio ed è costruito in parte sui resti di un’antica torre fortificata di origine normanna. Proseguimento per Isernia per la visita ai principali monumenti della città. Visita al museo paleolitico “Homo Aeserniensis” che conserva i reperti del villaggio e alla “Pineta” per la visita al “Villaggio preistorico dei primi uomini europei” dove sono avvenuti i ritrovamenti. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio sosta a Castelpetroso e visita al Santuario dell’Addolorata il quale, sorge lungo il tratturo Pescasseroli-Candela, dove nel 1888 avvennero le prime apparizioni della Madonna Addolorata. Proseguimento per Frosolone, importante centro turistico e artigianale, conosciuto per la produzione di arnesi da taglio. Visita del centro storico e dei principali monumenti tra i quali la Chiesa di S. Maria Assunta, risalente al secolo XIII. Sosta presso un “coltellinaio” con possibilità di assistere alla forgiatura e lavorazione di coltelli, forbici ecc. Visita al Museo dei Ferri Taglienti dove sono conservati centinaia di oggetti di valore storico e artistico. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

6° GIORNO

Prima colazione in hotel. Escursione a Venafro, antica Venafrum Sannitica la cui fondazione è attribuita a Diomede. Visita ai principali monumenti del centro storico e al Museo Archeologico. Visita al Castello Pandone. Pranzo in hotel. Nel pomeriggio escursione a Scapoli (nota per la tradizionale produzione della “Zampogna” ), sosta per la visita al piccolo, ma interessante Museo della Zampogna. Proseguimento per Castel S. Vincenzo. Visita all’Abbazia di S. Vincenzo al Volturno ed al collegato “Parco archeologico” agli unici ed esclusivi scavi archeologici che hanno dato l’opportunità di studiare, a livello europeo, le attività di una delle più importanti istituzioni monastiche di età carolingia. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

7° GIORNO

Prima colazione in hotel. Cambio hotel. Escursione ad Arpino, città dei Volsci, dei Sanniti e dei Romani: Visita al centro storico per ammirare: Piazza del Municipio, la Chiesa di San Michele Arcangelo, che conserva quadri del Cavalier D’Arpino, il Museo della Liuteria. Visita delle suggestive e grandiose Mura Megalitiche della Civitas Vetus. Sosta per la degustazione dell’olio di Arpino. Trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Pranzo. Nel pomeriggio trasferimento a Isola del Liri, bella cittadina nata nel 1004. Visita al centro storico dove si può ammirare la Grande Cascata, il salto d’acqua di circa 30 metri compiuto dal fiume Liri originando uno spettacolo davvero unico. A dominio della stessa cascata, il medievale Castello Viscogliosi, poderosa fortificazione eretta sullo sperone di roccia che divide in due il fiume Liri. Proseguimento per l’Abbazia di Casamari, antico complesso monastico in stile gotico-cistercense. Visita alla chiesa, all’aula capitolare e una passeggiata nel chiostro ci consentiranno di immergerci nell’atmosfera medioevale dove abati e i monaci accolsero Santi e Imperatori. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

8° GIORNO

Prima colazione in hotel. Escursione ad Anagni antica Anagnia fu a capo di una confederazione ernica, e poi municipio romano. Visita guidata della città dei Papi. Visita del centro storico di aspetto medievale, dove si erge una delle più belle cattedrali in stile romanico del Lazio, con la cripta affrescata nel corso del XII-XIII secolo, da maestri della scuola romano benedettina. Visita al Palazzo di Bonifacio VIII teatro del celebre episodio conosciuto come lo “Schiaffo di Anagni”, insulto perpetrato a Bonifacio VIII nel 1303. Pranzo in ristorante. Fine dei servizi. Partenza per il rientro.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE contatta i ns uffici

LA QUOTA COMPRENDE:

sistemazione in hotel 3*** sup/4**** in camere doppie e triple con servizi; drink di benvenuto; n° 1 HB + n° 2 FB Abruzzo + n° 2 HB + n°1 FB in Molise + n° 1 FB in Ciociaria; n° 4 pranzi in ristorante in escursione (due primi, secondo, contorno, dolce, caffè); bevande ai pasti (vino e acqua minerale); degustazioni dove previste; servizio di guida ed accompagnamento turistico per tutte le località; IVA.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Pullman, ingressi, mance, tasse di soggiorno, extra personali e tutto quanto non indicato ne “la quota comprende”.